NPS – Nuove sostanze psicoattive

Le nuove sostanze psicoattive (NSP) sono sostanze sintetiche con effetti psicoattivi le cui caratteristiche sono ancora in gran parte sconosciute.
Sono ottenute modificando le strutture chimiche delle principali sostanze illegali, in modo da ottenere nuove sostanze che non rientrano nell’elenco degli stupefacenti e, per questa ragione, sono chiamati «legal highs».
Alcune NSP sono spacciate per anfetamine, ketamina, ecstasy o aggiunte come prodotti di taglio. Ad esempio, le miscele da fumare come gli «spice» sono composte da erbe a cui sono aggiunti cannabinoidi sintetici che producono effetti psicoattivi.
Attenzione: anche se sono vendute semi-legalmente, non sono meno pericolose delle sostanze illegali conosciute. Alcune NSP provocano effetti già con basi dosaggi.

Come si presenta
Le sostanze pure sono generalmente delle polveri («research chemicals»), che vengono mischiate con altre sostanze in polvere o pasticche («bath salt», «party pills») o con prodotti vegetali da fumare.

Modalità di assunzione
Le polveri vengono sniffate o ingerite, raramente iniettate. Le pasticche vengono ingerite. Le miscele da fumare sono fumate talvolta assieme al tabacco.
Effetti
Considerata la variegata natura delle sostanze, gli effetti coprono tutta la gamma delle sostanze psicoattive: possono essere stimolanti (come il mefedrone, metilone, MDPV), allucinogeni (ad esempio NBOMe), sedativi (come il fentanyl) o dissociativi (ad esempio la metossietamina).
Gli effetti (e gli effetti collaterali) possono essere molto più intensi rispetto agli effetti conosciuti di altre sostanze illegali.
Considerata la poca conoscenza di queste sostanze è da evitare il mix con altri stupefacenti.

Condividi l'articolo su:

Pubblicato su Sostanze and tagged , , , .
«