ALCOOL

whisky_800x600

Come si presenta

L’alcol è una sostanza liquida che si ottiene dalla fermentazione o dalla distillazione di frutti o cereali. Le varie bevande si distinguono dal tasso di alcol che contengono: la birra contiene tra il 3% e l’8% di alcol, la vodka il 40% ed il rum può arrivare fino all’80%.


Effetti

Gli effetti dell’alcool dipendono dalla quantità consumata, dalla situazione in cui si beve e dalle condizioni psicofisiche. Il consumo di bevande alcoliche è correlato spesso a fattori culturali ed alimentari: la dannosità esiste però a qualunque livello di consumo ed aumenta progressivamente con l’incremento delle quantità di bevande alcoliche assunte.
Alcuni degli effetti ricercati possono essere: euforia, rilassamento, facilità nel contatto con gli altri.
Il consumo di alcol riduce i riflessi e diminuisce la concentrazione; può anche portare a sopravvalutarsi e può provocare irritabilità e aggressività.
Inoltre, gli effetti del consumo di alcol dipendono dalle condizioni psicofisiche: se non si è in forma, può darsi che l’alcol accentui i propri problemi e faccia sentire ancora peggio. Il consumo eccessivo può provocare mal di stomaco, mal di testa, nausea e vomito. La raccomandazione di bere comunque in modo consapevole e moderato riguarda solo gli adulti. I bambini non devono bere per niente e questo dovrebbe valere anche per gli adolescenti.
Nel caso di una grave intossicazione, rallentano le funzioni cardiache e quelle del sistema nervoso centrale.
Al coma etilico può seguire la morte.
L’alcol peggiora la capacità di memorizzazione: ad esempio a scuola o sul lavoro ci si può dimenticare più facilmente quello che si è imparato.
Un consumo elevato danneggia quasi tutti gli organi interni soprattutto nei giovani in età evolutiva.
A lungo termine l’alcol può anche provocare una dipendenza psichica e fisica.

Modalità d’assunzione

Può essere consumato come bevanda o può essere aggiunto agli alimenti nella preparazioni di diversi piatti.

Condividi l'articolo su:

Pubblicato su Sostanze.
« LSD KETAMINA »